Shqiperia perfaqesohet ne Edicionin e 62° te Taormina Film Festival



Shqiperia perfaqesohet ne Edicionin e 62° te Taormina Film Festival me filmin dokumentar PRITJA, regjia Roland Sejko.
21 vende marrin pjese ne kete konkurs nderkombetar te rendesishem.
Filmi PRITJA eshte financuar nga Qendra Kombetare e Kinematografise.

L’ATTESA, Roland Sejko torna al documentario dopo il successo di Anija, David di Donatello per il miglior doc nel 2013. Il film è in concorso al Taormina Film Fest e prende spunto dal viaggio in Albania di Papa Francesco del 2014 per fare una dissezione della dittatura comunista albanese, dichiaratamente l’unico paese ateo del mondo.

RegiaRoland Sejko
Anno di produzione: 2015
Durata: 60′
Tipologia: documentario
Genere: etnologico/sociale/storico
Paese: Italia/Albania
ProduzioneDigitalb; in collaborazione con Istituto Luce
DistributoreIstituto Luce
Data di uscita: n.d.
Formato di proiezione: DCP, colore e bianco/nero
Ufficio StampaUfficio Stampa Cinecittà Luce
Titolo originale: Pritja (L’Attesa)
Altri titoli: The Awaiting – L’Attesa

– L’ATTESA (PRITJA) – Costruzione e distruzione di una religione

Sinossi: Il 21 settembre 2014 Papa Francesco scelse l’Albania come destinazione del suo primo viaggio in Europa, per visitare “un popolo che ha a lungo sofferto le ideologie del passato”. Ne L’attesa il suo volo da Roma a Tirana dura 50 anni.
Il documentario usa il viaggio del Papa come punto di partenza per fare una dissezione della dittatura comunista in Albania, dichiaratamente l’unico paese ateo del mondo, nella sua guerra contro la libertà di pensiero e di fede per imporre la propria dottrina di ‘religione comunista’. 
Il viaggio del Papa fa da sfondo al racconto storico fatto di riprese e materiali d’archivio attraverso la narrazione di due protagonisti: un frate francescano che ha passato la maggior parte della sua vita nelle carceri comuniste, e una cattedrale, quella di Scutari, che divenne un palazzo dello sport.

AmbientazioneAlbania

“Pritja (L’Attesa)” è stato sostenuto da:
Ministero di Cultura d’Albania
Centro Nazionale di Cinematografia Albanese
Archivio Nazionale del Film d’Albania


Note:
Basato sul libro “Vivi solo per testimoniare” di Zef Pllumi e le note storiche “L’Arcivescovato Metropolitano di Scutari” di Gjush Sheldija.
Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn